Due arresti per il ransomware delle videocamere di sorveglianza di Washington DC

Due persone sono state arrestate a Londra come presunti autori degli attacchi tramite ransomware alle telecamere di sorveglianza di Washington DC denunciati alcuni giorni fa e risalenti al periodo delle elezioni di Trump.

Gli arresti sono stati eseguiti nella periferia Sud di Londra a seguito di un mandato datato 19 gennaio 2017, il giorno prima dell’inaugurazione presidenziale nel Distretto. I nomi dei sospetti non sono stati divulgati, tutto ciò che è emerso è che hanno intorno ai 50 anni e sono lui inglese e lei svedese.

L’infezione mirata tramite ransomware del circuito di videosorveglianza è stata resa pubblica la scorsa settimana e risale all periodo che va dal 12 al 15 gennaio 2017. L’attacco ha riguardato 123 videoregistratori di digitali che archiviano le immagini dei 187 impianti di videosorveglianza del Distretto.

Fortunatamente l’inaugurazione non ha risentito dell’attacco e la città non ha pagato il riscatto richiesto dagli autori del ransomware, risolvendo la situazione tramite un ripristino dei sistemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *